Seguici su

Esplora contenuti correlati

 

protocollo ATS per persone fragili in isolamento sanitario

numeri di telefono per segnalazione fragilità sociale di persone in isolamento sanitario

SUB-AMBITO DI BRONI 334/9023844 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 martedì e mercoledì dalle 15.00 alle 17.30

(comprendente i Comuni di Albaredo Arnaboldi, Arena Po, Bosnasco, Broni, Campospinoso, Canneto Pavese, Castana, Cigognola, Golferenzo, Lirio, Montecalvo Versiggia, Montescano, Montù Beccaria, Pietra de’ Giorgi, Portalbera, Redavalle, Rocca de’ Giorgi, Rovescala, San Cipriano Po, San Damiano al Colle, Santa Maria della Versa, Stradella, Volpara, Zenevredo e l' Unione Campospinoso - Albaredo, Unione di Comuni Lombarda di Prima Collina, Unione Comuni Alta Valle Versa, Unione di Comuni Lombarda Colline d'Oltrepo);


SUB-AMBITO DI CASTEGGIO 334/9023822 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 martedì e mercoledì dalle 15.00 alle 17.30

(comprendente i Comuni di Barbianello, Bastida Pancarana, Bressana Bottarone, Calvignano, Casanova Lonati, Casatisma, Castelletto di Branduzzo, Casteggio, Cervesina, Corvino San Quirico, Fortunago, Lungavilla, Mezzanino, Montebello della Battaglia, Mornico Losana, Oliva Gessi, Pinarolo Po, Pancarana, Pizzale, Rea, Robecco Pavese, Santa Giuletta, Torricella Verzate, Verretto, Verrua Po e l'Unione Comuni Lombarda dell’Oltrepo centrale (Corvino San Quirico, Mornico Losana, Oliva Gessi), Unione Valle del Po (Barbianello e Pianarolo), Unione di Comuni Lombarda Oltrepo Lombardo (Fortunago e Calvignano).

SOLO COMUNE DI STRADELLA 338/5741604 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 martedì e mercoledì dalle 15.00 alle 17.30

 

 

ATS Pavia, in modo coordinato con la Conferenza dei Sindaci, attraverso i suoi Organi di rappresentanza, intende promuovere un’azione organica di assistenza sociosanitaria, avvalendosi anche della primaria collaborazione dei MMG e dei Farmacisti, rivolta ai soggetti socialmente fragili e vulnerabili della provincia interessati dall’emergenza COVID 19, quali “contatti stretti” o “positivi” seguiti a livello territoriale, e posti in isolamento domiciliare come misura di quarantena.


Per “soggetti fragili”, in questa prospettiva, sono da considerare le persone che, per il particolare contesto famigliare e sociale, vivono in condizione di solitudine e sono privi di una adeguato sostegno famigliare o di prossimità, tale da supportarli nell’accudimento delle normali necessità quotidiane di vita, accudimento indispensabile stante lo stato di “isolamento domiciliare” in cui sono stati posti.

PER SEGNALARE UN CASO TELEFONARE AI RECAPITI E NEGLI ORARI SOPRA INDICATI

PER RICHIEDERE AIUTO COMPILARE MODULO SCARICABILE (ALLEGATO A DESTRA)

 
torna all'inizio del contenuto